Campagne in corso!

Scrivici_anim
4th Settembre 2020

Tuttaunaltracosa: la cartolina

Scarica la cartolina dell’evento 2020! (altro…)

4th Settembre 2020

Tuttaunaltracosa: i banner 2020

Scarica i banner dell’evento

(altro…)

8th Ottobre 2018

Assobotteghe sbarca a Flcg Sicilia. Palermo 9-11 Novembre 

Le giornate di Palermo costituiscono l’opportunità per riportare il Mediterraneo nella centralità della Comunità Europea, avendo nella Sicilia ed in Palermo capitale il focus. Un epicentro in grado di coniugare storicamente la convivenza delle civiltà dei popoli, di costruire sistemi socioeconomici ecologicamente sostenibili e solidali. Una comunanza di pratiche e reti d’impresa, amministrazioni locali virtuose, centri di ricerca ed università, capacità umane e risorse storicoartistiche delle geografie dei territori isolani che si confronteranno su scala nazionale ed europea in seminari di lavoro per elaborare una “casa comune”, strategie condivise, contenuti e metodiche di un sistema di relazioni e patrimoni locali e globali (territoriali e sovranazionali, naturali e sociali, culturali e istituzionali), basato sul “valore d’uso” intrinseco al bene economico, in sostituzione del “valore di mercato”.   
Vi aspettiamo nell’area espositiva Associazione Botteghe del Mondo e AICCRE e ai numerosi incontri in programma: per conoscerli, clicca qui

31st Luglio 2018

Lettera agli Europarlamentari

L’Associazione Botteghe del Mondo risponde al nuovo appello lanciato dalla campagna StopTTIP ed invita tutti i propri volontari ed attivisti a fare altrettanto.

 

Nella più totale assenza di trasparenza e forzando il bilanciamento di poteri tra le istituzioni europee, il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker ha rilanciato le trattative per il TTIP con Donald Trump. 

L’intenzione di Bruxelles è nominare un ristretto gruppo di tecnici che avvii il negoziato con la controparte statunitense. L’obiettivo è discutere dell’abbattimento di dazi e regole su una vasta gamma di settori: dall’agricoltura all’energia, dai farmaci alla chimica. La Campagna Stop TTIP Italia condanna fermamente questo gesto antidemocratico, che non tiene conto della contrarietà espressa da più di 3,5 milioni di cittadini europei, dei numerosi richiami alla trasparenza che negli ultimi anni il Mediatore europeo (Ombudsman) ha mosso alla Commissione e alle proteste fiorite in tutti gli Stati membri. 

 

Le forze politiche che siedono nel Parlamento Europeo devono immediatamente prendere la parola e fermare questa corsa verso una pericolosa apertura dei mercati, ricercata senza alcun mandato da parte dei governi nazionali.

Per questo oggi la Campagna Stop TTIP invita tutte e tutti i cittadini italiani e le organizzazioni della società civile a sollecitare gli europarlamentari italiani a difendere l’interesse pubblico e a far valere la loro posizione di rappresentanti dell’Italia in Europa.

 

Ecco la lettera che invitiamo a inviare: per la lista dei contatti email degli europarlamentari CLICCA QUI

 


LETTERA AGLI EUROPARLAMENTARI

Oggetto: Fermare il TTIP Zombie di Juncker e Trump

 
Gentile Europarlamentare
Come associazioni, sindacati e comitati della Campagna Stop TTIP Italia diciamo NO ad ogni forma di TTIP mascherato, il cui negoziato è stato riavviato dopo l’incontro del presidente Junker con Trump
La nostra prima analisi – che potrete trovare qui https://bit.ly/2v8LGuz – evidenzia i rischi di un negoziato ancora meno trasparente del TTIP, che mette chiaramente sul tavolo standard, regole e diritti essenziali come il cibo e i farmaci, e li affida a un non meglio precisato “comitato di esperti”, senza alcun mandato negoziale espresso dai Governi con un processo su cui nemmeno il Parlamento europeo sembra avere esplicito potere d’indirizzo e controllo.
Le Elezioni europee convocate per il Maggio 2019 saranno, per noi, occasione per verificare il vostro impegno a difesa dei nostri diritti, di quelli dei nostri territori e del nostro futuro.
Vi chiediamo di stringere la Commissione nei suoi limiti definiti dai Trattati e di fermare il TTIP Zombie di Juncker e Trump come vi hanno chiesto più di 3,5 milioni di cittadini europei e 75 mila vostri elettori.
 
26th Ottobre 2017

100 Sindaci per il Commercio Equo

Parte da Osnago e da Tuttaunaltracosa una petizione a sostegno della Nazionale per il Commercio Equo

A poco meno di un mese da Tuttaunaltracosa, Fiera Nazionale del Commercio Equo e Solidale tenutasi a Osnago (LC), sono già decine le Ammistrazioni e i Sindaci che hanno aderito alla raccolta firme a sostegno di una rapida approvazione della Legge nazionale sul Commercio Equo e Solidale. Un’occasione storica, importante per tutto il movimento e a tutela dei milioni di consumatori e produttori che grazie al Movimento del commercio equo ogni giorno possono scegliere di consumare in modo equo e responsabile.

L’iniziativa a sostegno della legge è nata da un convegno tenutosi durante Tuttaunaltracosa ed è fondamentale poichè per la prima volta normerà il settore con un Albo pubblico.

Scarica la petizione e100 Sindaci per il Commercio Equo Solidale

Le adesioni e le richieste di informazioni possono essere mandate a equosolidale@assobmd.it

Assobotteghe, Equogarantito e Fairtrade Italia ringraziano gli Amministratori locali che hanno già aderito.

(altro…)

Powered by LibLab