Campagne in corso!

Scrivici_anim
20th marzo 2015

Forum sociale da Tunisi

Il Comitato Organizzatore del Forum Sociale Mondiale ha tenuto stamattina una riunione urgente per esaminare gli ultimi elementi dopo l’attentato terrorista di ieri al Museo del Bardo.


Avendo preso atto dei numerosi messaggi e comunicati di sostegno alla Tunisia, provenienti dai diversi attori sociali e civili di tutto il mondo, che hanno rinnovato la loro totale adesione allo svolgimento del Forum Sociale Mondiale a Tunisi, e la loro volontà di partecipare a questo momento eccezionale di mobilitazione popolare in Tunisia, nella regione e nel resto del mondo contro il terrorismo,

Il comitato organizzatore attore informa l’opinione pubblica mondiale che:

*Tutte le organizzazioni hanno confermato la loro partecipazione alle attività  programmate senza alcun cambiamento e modifica: questo dimostra la forza della solidarietà  effettiva dei militanti altermondialisti con la Tunisia, il suo popolo, le famiglie delle vittime di differenti nazionalità . E l’€™attaccamento ai principi della pace, della solidarietà  ai popoli, della democrazia, e della libertà

*Una manifestazione si terrà  in occasione della cerimonia d’apertura mercoledì 24 marzo 2015 alle 16.00, che partira dalla piazza Bab Saadoun in direzione del Museo del Bardo con le parole d’ordine:

I popoli del mondo contro il terrorismo

*Verrà creata una commissione in seno al Consiglio Internazionale per la redazione di una “carta internazionale altermondialista del Bardo di lotta contro il terrorismo”.

*Il comitato chiama a un concentramento 26 marzo 2015 al campus Farhat Hached a partire da mezzogiorno.

Il Comitato Preparatorio del Forum Sociale Mondiale rinnova il suo appello a intensificare la mobilitazione di tutte le forze sociali, civili, altermondialiste e pacifiche per fare del Forum Sociale mondiale di Tunisi un punto di svolta la creazione di un rapporto di forze favorevole alla pace, alla democrazia, alla giustizia sociale nella regione e nel mondo. 

Per il Comitato Preparatorio del Forum Sociale Mondiale
Abderrahmane Hedhili
15th marzo 2015

Sostegno straordinario ai produttori del Madagascar

Un appello dalla Coop. Ravinala, a sostegno delle famiglie e degli artigiani duramente colpiti dall’alluvione del 28 febbraio.

Come forse avete avuto occasione di leggere, in Madagascar il 28 febbraio c’è stata una grossa alluvione nella zona della capitale, con conseguente crollo di una diga. Molti quartieri poveri sono stati inondati come molti villaggi nei dintorni di Antananarivo.

Noi ci siamo subito attivati per sostenere i gruppi dei nostri artigiani che sono stati colpiti dall’alluvione, ma i problemi sono così tanti e gravi che da soli non ce la facciamo. Per questo abbiamo deciso di scrivervi.

I raccolti di riso e legumi, quasi pronti per la raccolta sono andati distrutti, non c’è acqua potabile né medicine, molti produttori hanno perduto attrezzi di lavoro e i loro bimbi hanno perduto tutto l’occorrente per la scuola. I bimbi sono, in larga parte, affetti da patologie respiratorie e gastrointestinali, e molte case sono inagibili, due sono crollate completamente.

Gli artigiani più colpiti sono gli artigiani della latta, quelli del corno e una delle ricamatrici.

Abbiamo deciso di chiedere il vostro aiuto per poter far fronte ai bisogni di questi amici.

Al momento abbiamo stanziato una prima somma noi, almeno per poter pagare le medicine per i bimbi e per fornire dei kit per la potabilizzazione dell’acqua. Ma i bisogni sono tanti e il governo è tuttora immobile.

Vorremmo almeno poter fornire gli attrezzi da lavoro e i kit scolastici per i bimbi per permettere a queste famiglie di ricominciare.  Vorremmo anche poter sostenere chi ha perduto la casa almeno per una prima ricostruzione. Le case di cui parliamo sono fatte in mattoni di terra, case semplici e povere, ma per loro sono tutto. Attualmente la maggior parte di loro vive in tende d’emergenza e sull’altopiano fa freddo la notte e piove ancora. 
Franco, volontario di Ravinala in Madagascar, è andato a trovare tutte le famiglie colpite e insieme con i responsabili della cooperativa Finiavana sta coordinando gli aiuti.

Purtroppo da soli non ce la facciamo a rispondere a questa emergenza ma crediamo fermamente che il Commercio Equo e Solidale significhi camminare fianco a fianco, persone del Nord e del Sud, capaci di guardarci negli occhi e di sostenerci a vicenda. Chiediamo a tutti di poter diffondere questo appello e di dare, se possibile il proprio contributo.

Vi chiediamo, se potete, di versare una somma al c/c intestato al Centro Missionario Diocesano (che ci ha dato la disponibilità a fare da punto di raccolta) all’iban: IT28A0503412800000000003413 con causale “per gli artigiani del Madagascar”.

Nei prossimi giorni vi aggiorneremo sulla situazione.

E’ difficile esprimere con le parole i sentimenti che abbiamo nel cuore, ma sono quasi 30 anni che conosciamo queste famiglie, non sono più soltanto produttori sono amici!

Grazie a tutti e a ciascuno

Coop. Ravinala

9th marzo 2015
sao tomè fair trade

Una tavoletta d’oro… nero!

Premiata per la prima volta con la “Tavoletta d’oro” una cioccolata equosolidale, presentata da Equolink!

E’ un successo per il movimento intero del commercio equo e solidale mondiale. Una tavoletta di cioccolato monorigine diventa eccellenza e porta i criteri del commercio equo, i diritti dei lavoratori e dei produttori, la qualità garantita delle Botteghe del Mondo accanto a nomi ben affermati.

Un successo doppio, perchè il riconoscimento è ottenuto dalle realtà che si sono riunite in Equolink, primo esperimento italiano di fair trade “super partes”

La produzione della linea è stata condotta nell’impianto della Domori di None, per garantire il massimo dell’attenzione e della cura nel mantenere intatte le peculiarità dei differenti cacao.

Le monorigini di cacao equosolidale usate per le quattro tavolette “La 70% – Equolink” sono state selezionate da Andrea Mecozzi, coordinatore della rete ChocoFair (network di operatori di filiera e produttori di cacao italo-africani, che da più di 5 anni si occupano di ricercare le origini più adatte a migliorare la percezione del cacao equosolidale sul mercato).

La linea è entrata in distribuzione nelle Botteghe del Mondo a novembre 2014.

Equolink è il marchio collettivo per la distribuzione dei migliori prodotti importati e trasformati in Italia dalle 5 centrali di commercio equosolidale: AltraQualità di Ferrara, Equomercato di Cantù, Macondo di Palermo, Ravinala di Reggio Emilia e Scambi Sostenibili di Palermo.

 

5th febbraio 2015
San Valentino commercio equo

San Valentino <3 equo&solidale!

Il tuo amore è grande come il mondo?index

Può essere anche solidale! Entra in una Bottega del Mondo e stupisciti con effetti speciali e solidali!

Il cioccolato è buono, ma può essere anche più dolce e giusto se fatto con gli ingredienti giusti… noi ti consigliamo le splendide selezioni di Variopinto: dolcezze equosolidale realizzate in un piccolo laboratorio artigianale, con le migliori selezioni di cacao dall’Ecuador, rigorosamente equosolidali!  Le distribuisce Equomercato e le trovi in tantissime Botteghe del Mondo!

Hai gusti un po’ particolari? Per te il golosissimo cioccolato alla vaniglia e pepe rosa realizzato da Equolink con spezie dal Madagascar importate da Ravinala

Sempre dal Madagascar una selezione di gioielli realizzati in alluminio riciclato. Bellissimi e rispettosi dell’ambiente! Non ti basta? Cerca la Bottega più vicina a te e rendi unico questo S. Valentino!

29th gennaio 2015

In arrivo la App sul commercio equo

Importanti novità dal Progetto Price, che presenta i risultati di uno studio condotto in Europa al quale hanno partecipato oltre 300 organizzazioni

Pubblichiamo i risultati di uno studio, finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del progetto Price, che fotografa le economie solidali del vecchio continente analizzando le relazioni tra Commercio equo e solidale e Finanza Etica.

Attraverso la sensibilizzazione dell’opinione pubblica e promuovendo l’educazione il progetto si propone di mobilitare un maggiore sostegno finanziario a favore delle azioni contro la povertà e per relazioni più eque tra paesi industrializzati e paesi emergenti, nel campo degli investimenti responsabili per attività di commercio equo e sostenibile.

Sul sito del progetto è possibile scaricare le guide tematiche realizzate fino ad oggi.

Scarica i documenti

Powered by LibLab