Campagne in corso!

Scrivici_anim

Torna Terra Equa, il festival del commercio equo e dell’economia solidale dell’Emilia Romagna

terraA Bologna, in pieno centro, una due giorni con espositori di prodotti equosolidali e di economia solidale, laboratori per grandi e piccini, convegni, mostre e spettacoli. E in programma c’è anche la premiazione del nostro Tuttounaltroconcorso

Terra Equa, il festival del commercio equo e dell’economia solidale dell’Emilia Romagna, torna a Bologna sabato 25 e domenica 26 maggio. In pieno centro città, nelle storiche sale di Palazzo Re Enzo, di fronte a Piazza Nettuno, troveranno spazio trentacinque espositori di prodotti equosolidali e di economia solidale, ventidue laboratori per grandi e piccini, oltre a convegnimostrespettacoli.

 

Terra Equa 2013 è: commercio equo e solidale, agricoltura biologica, finanza ed assicurazioni etiche, cooperazione sociale, turismo responsabile, gruppi di acquisto solidale, riciclo ed energia sostenibile e altro ancora. Per due giorni il centro (pedonale) di Bologna ospita e promuove valori, identità, prodotti e servizi delle varie anime ed esperienze che dimostrano che un’economia sociale e solidale esiste, è in crescita e quotidianamente permette ai cittadini di scegliere di consumare responsabilmente.

 

Tra i tanti appuntamenti in programma non possiamo non segnalare, sabato 25 alle 17, la premiazione di Tuttounaltroconcorso, il concorso per tesi di laurea a tema equo e solidale aperto a tutti gli studenti degli atenei emiliano-romagnoli promosso e curato dall’Associazione Botteghe del Mondo. Ma gli eventi in programma sono tanti e per tutti i gusti: dal caffè ai Gas, dall’orto sul balcone al pane con la pasta madre, dall’officina per riparare biciclette al laboratorio per fare il sale aromatico. Senza dimenticare i convegni – sulle reti di economia solidale, sul lavoro nel non profit, sul ruolo dell’economia solidale nelle zone terremotate dell’Emilia – e gli spettacoli: “La variabile casuale” del Magnifico teatrino errante e il ritorno, dopo il successo dello scorso anno, dei Miatralvia in concerto.

 

L’economia solidale nasce da contesti diversi, uniti da obiettivi comuni: subordinare l’attività economica a criteri di rispetto e risanamento della società e dell’ambiente, dare priorità al bene comune piuttosto che alla massimizzazione del profitto immediato, proporre soluzioni sostenibili – cercando di coniugare sviluppo con equità, occupazione con solidarietà, risparmio con qualità – ai problemi (aumento delle disuguaglianze sociali e insostenibilità ambientale) causati da un’economia e da una crescita che si pretende senza limiti.

 

In allegato:
Terra Equa 2013 – Il programma

Powered by LibLab