Campagne in corso!

Scrivici_anim

Giornata mondiale del commercio equo e solidale: un buon esempio che è anche un’ottima notizia

migA Busto Arsizio apre [S]oggetti, dietro le cose le persone, una nuova bottega nata dall’esperienza del progetto Migrando: un modo perfetto per celebrare al meglio il World Fair Trade Day

Sabato 11 maggio è la Giornata mondiale del commercio equo e solidale. L’abbiamo annunciata e ne abbiamo parlato ampiamente. L’idea è concentrare per ventiquattro ore l’attenzione globale sui temi del commercio equo e solidale attraverso eventi, manifestazioni e iniziative aperte al pubblico. Per raggiungere questo obiettivo tutti – botteghe, associazioni, volontari – sono invitati a dare il loro contributo creando il loro evento equosolidale.

 

Abbiamo provato a lanciare qualche idea – dal concorso di cucina alla sfilata di moda – e suggerito un vademecum per un evento ben riuscito – dal budget alla promozione – ma mai come in questo caso si può dare libero sfogo all’immaginazione.

 

E un ottimo, perfetto esempio arriva da Busto Arsizio. Un evento che diventa occasione per una celebrazione nella celebrazione: in occasione della Giornata mondiale del commercio equo e solidale apre a Busto Arsizio una nuova bottega, nata dall’esperienza passata del progetto Migrando.

 

Il nuovo spazio si chiama [S]oggetti, dietro le cose le persone e si trova a Busto Arsizio in via San Michele 7, ma l’appuntamento sabato 11 maggio è alle 17 in via A. Pozzi 3, già sede della vecchia bottega Migrando. Da lì partirà un allegro corteo danzante che percorrerà il paese fino agli spazi del nuovo locale.

 

Ad attendere il pubblico, in bottega ci sarà un aperitivo equo solidale e la presentazione dei nuovi compagni di viaggio Ce l’hai! L’usato per bambini e ImprontArt oggetti di eco design. Nel nuovo spazio di via San Michele 7 ci saranno i prodotti del commercio equo e i soggetti/oggetti delle cooperative sociali locali e del mondo.

Powered by LibLab